Project Description

Leila Falà, nata ad Ancona, vive a Bologna. Si è formata al Dams con G. Scabia e alla scuola di Teatro Galante Garrone e si è occupata di comunicazione, mkt, donne (fondatrice del Centro Documentazione Donne, Bo). Attrice, nel 2000 entra ne Il GruppoLiberoTeatro, compagnia di ricerca, e vi recita fino al 2008, mettendo in scena anche propri testi. Poeta, ha pubblicato Mobili e altre minuzie, DARS, 2015 (premi: Elsa Buiese 2015 e il Paese delle Donne 2016), la silloge Oggetti, dedicata ai fatti di Ustica, in E’ negli oggetti che ti ricerco (Corraini, 2013) (presentazione di Niva Lorenzini) e l’e-book Certe sere altri pretesti. Ha curato l’antologia del Gruppo 98 Poesia Della Propria voce (Qudulibri, Bo 2016). Ha partecipato a RicercaBo 2012, a Festival Internazionali (la Palabra,Venezia 2014 e Biennale Donna,Trieste 2019), al progetto di D.Franchi “Riparare le relazioni” (2018) e dal 2013 a “Residenze Estive”; è nell’atlante di Poesia contemporanea Ossigeno Nascente dell’Università di Bologna e pubblicata in riviste, siti web, antologie: Cuore di preda (CFR 2012), Sotto il cielo di Lampedusa (Qudu2014), Fil Rouge (CFR 2015) ecc. Fa parte della SIL e della redazione della rivista “Le Voci della Luna”. Cura piccoli eventi poetici.