Tutti gli autori

Federico Sanguineti

Federico Sanguineti (Torino, 1955) è professore ordinario in FILOLOGIA ITALIANA, dopo essere stato associato di Linguistica ITALIANA e ricercatore in LETTERATURA ITALIANA, disciplina per la quale vinse nel 1985 ben due concorsi, nelle università di Salerno e Chieti. Nell’ateneo salernitano cura anche l’insegnamento di FILOLOGIA E CRITICA DANTESCA, dopo aver insegnato la stessa disciplina nell’Università di Siena (sede di Arezzo). Ha tenuto varie conferenze e lezioni in Italia e all’estero.

 

 Intensa l’attività di Federico Sanguineti filologo.

 

I suoi studi su Dante Alighieri a cavallo del decenni ’80 e ’90 culminano, nel 2001, con l’uscita di un’edizione critica della Commedia dantesca. 

 

L’innovazione proposta dal prof. Sanguineti è notevole, perché rifiuta il principio della selezione del testimoni su base cronologica proposto da Giorgio Petrocchi e ritorna al criterio del loci selecti stabiliti da Michele Barbi. 

 

Nel 2013 tiene una Lectio Magistralis sul tema “Dante e la (Ma)Donna”, ricevendo dal Centro Lunigianese di Studi Danteschi il Premio ‘Pax Dantis’ per la Filosofia di Pace Universale. Sanguineti si aggiudica la medaglia d’oro per l’aforisma (motivazione ufficiale): «Un poeta sublime, della tradizione patriarcale, Virgilio, cantava l’Armi e l’Eroe. Dante l’opposto: la Pace e la Donna». 

 

Tra le sue opere più celebri sul Sommo Poeta si ricordano:

 

Per l’edizione critica della Comedia di Dante, in «Rivista di letteratura italiana», 1994

 

Dantis Alagherii Comedia, edizione critica per cura di Federico Sanguineti, 2001 

 

Paradiso, Inferno e Purgatorio in Edizione critica alla luce del più antico códice sicura fiorentinità, 2018-2021

 

Le parolacce di Dante Alighieri, con introduzione di Moni Ovadia, 2821