SIMPOSI

La Punta della Lingua inaugura i Simposi, convivi laboratoriali in compagnia dei grandi autori ospiti del festival. Offrendo cibo per il corpo e per la mente, nella tradizione che da Socrate arriva a Dante e oltre, il Simposio dà la possibilità di conversare con l’autore e partecipare a un vero e proprio laboratorio del gusto.

giovedì 5 luglio
Portonovo | Hotel Emilia  ore 12.30 Pranzo all’Hotel Emilia di Portonovo, a picco sul mare, insieme a Ana Blandiana, una delle maggiori poetesse europee, con cui sarà possibile dialogare in un laboratorio conviviale di poesia 

Costo €30 pranzo + laboratorio, posti limitati
menù: spezzatino di spada, pachino giallo, ravioli di merluzzo, triglia, cremoso alle bacche di vaniglia, crema al lampone, acqua, calice di vino
prenotazioni al numero 071.801145

Ana Blandiana è una delle maggiori poetesse romene tradotta in molte lingue. Nata nel 1942 a Timisoara l’eroica città che nel 1989 diede origine alla rivolta che avrebbe deposto dal potere Ceausescu. Ha studiato a Oradea laureandosi in filologia all’Università di Cluj, dove fece il suo debutto all’età di 17 anni su “Tribuna”. È stata per un periodo curatrice di settimanali studenteschi ma rimane attiva sul fronte della poesia pubblicando in rapida sequenza tre volumi di poesia: “First Person plural” (1965), “Vulnerable Heel” (1966) and “Third Sacrament” (1969)che riceve un “Herder Prize”. Benchè commentatrice freelance per i settimanali culturali di Bucarest le poesie di Blandiana vengono proibite negli anni ’80 dalla censura di Ceausescu. Nel 1985 Blandiana riesce a sfuggire alla censura draconiana pubblicando alcune poesie con una velata critica a Ceausescu, sul settimanale culturale “Amphiteatre”. Il vero significato delle sue poesie fu scoperto troppo tardi per fermarne la pubblicazione e come risultato Blandiana fu bandita completamente dalle pubblicazioni e il suo nome cancellato dai libri. Tuttavia le poesie di Blandiana si trasmettono di bocca in bocca e si diffondono manoscritte su fogli volanti divenendo una sorta di “Samizdat” orale. nel 1988 Blandiana viene denunciata come autrice di una poesia che diventa famosa – “Motanul Arpagic” (“Tom cat Onion”) . E’ uno dei membri fondatori della ‘Alianta Civica’ ed un critico e moderatore delle Coalizione di governo nella Romania post-comunista: spesso la sua voce ha espresso la coscienza del popolo. Nonostante il suo coinvolgimento politico continua a scrivere e pubblica diversi volumi di poesia e prosa, che hanno per tema, per lo più, le donne: “The architecture of waves” (1990), “One hundred poems” (1991), “A Drawer full of applause”. È sposata con lo scrittore Rusan, ma continua a scrivere usando lo pseudonimo di quando era nubile.

 

 

sabato 7 luglio
Ancona | Ristorante La Moretta, Piazza del Plebiscito ore 12.30
Pranzo + Laboratorio poetico in compagnia di Nanni Balestrini

Costo  €30 pranzo + laboratorio, posti limitati
menù: tagliolini di Campofilone con sugo di mare e scampi, rucolata (insalata di misticanza con rucola, scaglie di parmigiano e odore di tartufo), sorbetto alla mela verde con calvados, caffè, calice di vino e acqua minerale
prenotazioni al numero 071.202317

Nanni Balestrini è poeta, romanziere e artista visivo nato a Milano il 2 luglio 1935, vive attualmente a Roma.  Agli inizi degli anni ’60 fa parte dei poeti “Novissimi” e del “Gruppo 63”, che riunisce gli scrittori della neoavanguardia. Nel 1963 compone la prima poesia realizzata con un computer.
E’ autore, tra l’altro, del ciclo di poesie della “signorina Richmond” e di romanzi sulle lotte politiche degli anni Settanta come Vogliamo tutto e Gli invisibili.
Ha svolto un ruolo determinante nella nascita delle riviste di cultura «Il Verri», «Quindici», «Alfabeta», «Zoooom». Nel campo delle arti visive, ha esposto in numerose gallerie in Italia e all’estero. Nel 1993 è presente alla Biennale di Venezia e nel 2012 a Documenta di Kassel.

Condividi: