Tutti gli autori

Stefano Ricci

Stefano Ricci è nato a Bologna nel 1966.

Disegnatore di fama internazionale, ha collaborato con importanti testate (Frigidaire, Avvenimenti, Linea d’ombra, Il manifesto, Esquire, Panorama, Glamour, Liberation, Les Inrockuptibles, Internazionale, Alias, Lo Straniero, Bang, la Repubblica).

Tra le sue mostre personali più recenti si possono ricordare: I Molti (con Michelangelo Setola), Cartavetra, Firenze 2019; Il sogno di mio fratello, D406, Modena 2018; Zoologia Politica, Il Vicolo, Milano 2018; Più giù, Squadro, Bologna 2017 e Studio Tommaseo, Trieste 2017, L’histoire de l’Ours, Galerie Martel, Paris, 2014;

Ha lavorato in ambito teatrale con il Teatro Testoni, la Compagnia di Leo De Berardinis, il Teatro della Polvere, l’Emilia-Romagna Teatro, il Teatro Storchi, il Teatro delle Passioni, il Teatré Musical Possible, il teatro Galleria Toledo, il Teatré Varia, la Compagnia Modica Manchisi, il Centro di Promozione Teatrale ‘La Soffitta’ (di cui ha realizzato il marchio); il Teatro delle Albe di Ravenna.

Per la danza è stato l’autore dei materiali di accompagnamento ai progetti di Raffaella Giordano e della Compagnia Abbondanza Bertoni; ha collaborato con la coreografa belga Karine Ponties.

Nel cinema ha lavorato con Mario Martone e Giovanni Maderna.

Ha progettato collane editoriali per le quali è stato, tra l’altro, selezionato per il premio Compasso d’Oro 2001.

Dal 1995 cura la collana di Edizioni Grafiche di Squadro (Bologna);

Con Giovanna Anceschi ha fondato la rivista “MANO fumetti scritti disegni”.

Insieme ad Anke Feuchtenberger ha diretto la casa editrice Mami Verlag.

Dal 2003 al 2009 è stato direttore artistico di “Bianco e nero”, la rivista del Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma.

E’ anche musicista: suona diversi strumenti, compone e sta per pubblicare il suo settimo album.