Home » Programma

Programma

ANTEPRIME

1-5 LUGLIO | MACERATA

dalle ore 17.00 in loop fino alle ore 20.00 | Libreria Catap Parte 1 e in contemporanea Galleria Antichi Forni parte 2
La poesia che si vede
Selezione di videopoesie da Zebra Poetry Film Festival (Berlino)

Lo Zebra Poetry Film Festival di Berlino è il più importante festival di videopoesia al mondo. Grazie alla collaborazione con questa prestigiosa manifestazione La Punta della Lingua mostra da anni al suo pubblico il meglio della produzione videopoetica mondiale. Una selezione che va dalla Germania agli Stati Uniti, passando per il Portogallo. (v.o.sub.ita)

1 LUGLIO | MACERATA

ore 21.45 | Orto dei pensatori
Lapis Niger (Napo) presenta La Magia raccontata da una macchina (Argolibri, 2021)
 Draw war degli Uochi Toki
in collaborazione con Macerata Racconta e Ratatà

Lapis Niger è lo pseudonimo da fumettista di Napo, penna e voce del duo musicale Uochi Toki. Con questa opera, il terzo libro e il dodicesimo album in studio, viene posta la pietra angolare della produzione matura degli autori, considerati una istituzione del movimento underground. La cosmogonia in 200 tavole sarà presentata con una battaglia di disegni a cura di Lapis Niger.

2 LUGLIO | MACERATA

ore 18.00 | Muffa | Ingresso Libero
La Punta della Linguaccia
Laboratorio di poesia per bambini/e (8-11 anni) 
a cura di Natalia Paci e Maria Costanza Carletti
in collaborazione con Muffa e Garante Regionale dei Diritti della Persona

Indossa gli occhiali poetici e guarda il mondo con occhi nuovi! Giocando con la similitudine scoprirai che tutto può sorprenderti. Dopo Ancona, Offagna e Osimo, la SAB Scuola delle Arti per Bambini sbarca a Macerata con corsi di tutte le arti per realizzare un film!

ore 22.00 | Orto dei pensatori
Risacca. Atto dal vivo di musica e disegno
con Emilio Varrà/Pianoforte e Stefano Ricci/Disegno
in collaborazione con KA – Nuovo Immaginario Migrante, Macerata Racconta e Ratatà

Un atto dal vivo di musica e disegno. Due persone si avvicinano, si cercano attraverso un ritmo, costruendo un dialogo tra due linguaggi. Un’esplorazione continuamente oscillante, un sottile equilibrio tra istinto e progetto, caduta e sviluppo, nell’esplorazione del legame misterioso che si crea tra suono e disegno durante l’atto performativo.

3 LUGLIO | MACERATA

ore 18.00 | Orto dei pensatori
Aldo Nove presenta Franco Battiato (Sperling & Kupfer, 2020)
in collaborazione con Macerata Racconta e Libreria Catap

Nove, lo scrittore che in Superwoobinda ha raccontato meglio di ogni altro la cultura pop, nelle sue più oscene configurazioni, si è fatto biografo di una delle sue icone più avanzate: Franco Battiato, un artista in dialogo con la musica colta e la filosofia, alla ricerca di un linguaggio universale, capace di scatenare allo stesso tempo pensiero e danza.

5 LUGLIO | MACERATA

ore 18.00 | Libreria Catap | Ingresso Libero
Giorgiomaria Cornelio presenta La radice dell’inchiostro-Dialoghi sulla poesia (Argolibri, 2021)
Intervengono: Riccardo Canaletti, Massimo Gezzi, Renata Morresi, Davide Nota

La radice dell’inchiostro è un dialogo, curato dal giovanissimo poeta Giorgiomaria Cornelio, tra diverse generazioni e modi d’intendere il fare poetico, una raccolta di corrispondenze, saggi, discussioni, sconfinamenti che formano un atlante della complessa geografia del panorama letterario italiano. Dal libro il dialogo si espande e in libreria si apre a tutti/e.

ore 20.00 | Giro Lab | Ingressi a pagamento
Simposio poetico con Aldo Nove
Cena e laboratorio di poesia
in collaborazione con Licenze poetiche,
Libreria Catap, Ristorante Emiliando e Giro Lab

Iniziati con Balestrini, i Simposi poetici sono convivi laboratoriali in compagnia dei grandi autori ospiti del festival. Offrendo cibo per il corpo e per la mente, nella tradizione che da Socrate arriva a Dante e oltre, il simposio dà la possibilità di conversare con l’autore e partecipare a un vero e proprio laboratorio del gusto. Stavolta il simposiarca sarà Nove, che di Balestrini fu allievo.

6 LUGLIO | EVENTO ONLINE

ore 18.00 | Facebook Poetry XIII edizione
Laboratorio telematico di poesia
a cura di Francesco Maria Terzago e i Mitilanti

Un happening poetico unico nel suo genere a cui può partecipare chiunque (e da dovunque) scrivendo una poesia sulla base di semplici regole. Basta trovarsi nel gruppo fb Facebook Poetry Lab al momento giusto. 

7 LUGLIO | RECANATI

ore 18.00 | Mediateca comunale | Ingresso Libero
Proiezione dei film-poemetti di Umberto Piersanti
Sulle Cesane (1982 – 18’), Un’altra estate (1988 – 19’), Ritorno d’autunno (1988 – 12’)
in collaborazione con Comune di Recanati

Nei film-poemetti di Piersanti, che esordì come regista nel 1969 con il lungometraggio L’età breve, le immagini si legano per analogie e rimandi, come in poesia. «Non v’era sperimentalismo teatrale nuovayorkese, v’era soltanto il regista che nel suo rapporto con le sequenze non perdeva un suo primario e parallelo rapporto con i luoghi» (Amelia Rosselli).

ore 19.00 | | Mediateca comunale | Ingresso Libero
Matteo Marchesini e Valerio Cuccaroni presentano
MultiVerso Mediateca di Poesia Contemporanea
in collaborazione con Assessorato alle Culture Comune di Recanati 
con il contributo dei soci Coop Alleanza 3.0

La collezione di MultiVerso, unica nel suo genere, racconta quarant’anni di letteratura italiana in versi. Creato per raccogliere opere pubblicate dagli anni Ottanta in poi, tanto fondamentali quanto irreperibili, MultiVerso testimonia tutta la vivacità e la plurivocità della poesia italiana contemporanea, nelle sue varie forme e formati, anche multimediali.  

ore 21.30 | Palazzo Venieri | Ingresso Libero
Letture di Matteo Marchesini, Maria Grazia Maiorino,
 Aldo Nove, Umberto Piersanti, Giovanna Rosadini, Luigi Socci
in collaborazione con Comune di Recanati

Poesia lirica e poesia comica, haiku e sonetti, fiori di fosso e merci da supermercato, labor limae e performance: nelle opere degli autori e delle autrici, selezionate per MultiVerso e invitate alla speciale soirée di letture, sono esperibili alcune delle molteplici dimensioni della poesia italiana contemporanea. Sei voci per sei modi diversi di intendere l’arte poetica.

8-12 LUGLIO | ANCONA

8 LUGLIO

ore 17.00 | Sala delle Polveri Mole Vanvitelliana | Ingresso Libero
La Punta della Linguaccia
Signori bambini. Dante e Giacomo liberi e ribelli
Paolo Di Paolo presenta La Divina Commedia (La Nuova Frontiera Junior, 2015) 
e Giacomo il signor bambino (Rrose Sélavy, 2015)
in collaborazione con Garante Regionale dei Diritti della Persona


Il poeta deve regredire in maniera cosciente per tornare fanciullo, vedere il mondo con occhi nuovi e con parole nuove esprimerlo. Ciò che meglio di altri riuscirono a fare i due sommi poeti Alighieri e Leopardi. Lo scrittore, drammaturgo e grande divulgatore Paolo Di Paolo aiuterà bambini/e di ogni età a scoprire come hanno fatto.

ore 18.00 | Corte Mole Vanvitelliana | Ingresso Libero
Letture di Matteo Marchesini e Aldo Nove

Al di là della loro multiforme produzione critica, giornalistica e narrativa, Matteo Marchesini e Aldo Nove sono innanzitutto dei poeti. Di più: due tra le voci più rappresentative delle rispettive generazioni della poesia italiana. Nove, più incline alla fusione di buffonesco e tragico in perenne equilibrio tra una dimensione materialistica e improvvise accensioni spirituali, e Marchesini, invece, più fedele alla tradizione del lirismo moderno, sulla linea di un’apparente semplicità e naturalezza (alla maniera di Saba o di Penna), frutto in realtà di una ben dissimulata complessità e consapevolezza letteraria. 

ore 19.00 | Corte Mole Vanvitelliana | Ingresso Libero
 Aldo Nove presenta Franco Battiato (Sperling & Kupfer, 2020)

Nove, lo scrittore che in Superwoobinda ha raccontato meglio di ogni altro la cultura pop, nelle sue più oscene configurazioni, si è fatto biografo di una delle sue icone più avanzate: Franco Battiato, un artista in dialogo con la musica colta e la filosofia, alla ricerca di un linguaggio universale, capace di scatenare allo stesso tempo pensiero e danza.

ore 21.00 | Corte Mole Vanvitelliana | Ingresso Libero
 Renata Morresi presenta 
Brevi scene di lupi. Poesie scelte di Margaret Atwood (Ponte alle Grazie, 2020)

Caso letterario tra i più eclatanti degli ultimi anni, anche grazie al successo della serie televisiva tratta dal ciclo di romanzi del Racconto dell’ancella, l’autrice canadese ha un passato di raffinata autrice di versi. Versi che, nell’asciuttezza della pronuncia delle traduzioni di Renata Morresi, ben rappresentano la distorsione distopica e le tematiche legate alla femminilità e ai rapporti di potere tra i sessi care all’autrice.

ore 22.00 | Arena Cinema Mole Vanvitelliana | Ingressi a pagamento
Proiezione del film A Word after a Word after a Word is Power 
Documentario su Margaret Atwood.  Regia di Nancy Lang e Peter Raymont
 Canada, 2019, durata 92 minuti (v.o. sub ita)

Poetessa e scrittrice, il nome di Margaret Atwood è ormai notissimo. Ma chi è la donna, chi è la Margaret in persona? I registi seguono da vicino la Atwood (e il suo compagno scomparso da poco) in giro per il mondo per tenere una conferenza, tra una visita sul set di The Handmaid’s Tale e una vacanza in famiglia. E poi i retroscena della vita privata dai primi tempi trascorsi nella natura canadese a scrivere poesie fino agli ultimi romanzi, incluso I testamenti, sequel tanto atteso di Il racconto dell’ancella. Storie personali e private vengono raccontate da familiari, amici e, infine, dalla stessa Margaret.

9 LUGLIO

ore 17.00 |  Sala delle Polveri Mole Vanvitelliana | Ingresso Libero
Le Marche della Poesia
Letture di Mauro Barbetti, Riccardo Canaletti, Samir Galal Mohamed, Benedetta Ricci

ore 18.00 | Corte Mole Vanvitelliana
Celestini, la poesia e i poeti incontro con Ascanio Celestini

Chiunque conosca il lavoro di Ascanio Celestini sa bene che la sua passione per le storie degli ultimi e dei marginali non è mai separata da una connaturata dimensione poetica. Ma i suoi interessi non escludono il confronto diretto con la poesia dei poeti veri e propri come Luigi Di Ruscio, Edoardo Sanguineti e Pier Paolo Pasolini. 

ore 19.00 |  Corte Mole Vanvitelliana | Ingresso Libero
Chiara Portesine e Roberta Bisogno presentano le Opere poetiche di Corrado Costa (Argolibri)

A trent’anni dalla sua scomparsa, tornano in libreria per Argolibri le Opere poetiche di Corrado Costa. Dopo il primo volume dedicato alle poesie giovanili, per la prima volta raccolte tutte le poesie edite: Pseudobaudelaire (1964), Le nostre posizioni (1972), The complete films (1983), con versi sparsi e inediti. Costa, che insieme a Spatola e Vicinelli fu esponente di spicco della neoavanguardia emiliana, è tra i massimi poeti comici italiani del Novecento.

ore 21.30 | I parassiti. Un diario nei giorni del Covid-19  | Ingressi a pagamento
Reading di e con Ascanio Celestini
con Gianluca Casadei alla fisarmonica
in collaborazione con AMAT

«Siamo stati presi di sorpresa dalla pandemia, ma l’abbiamo interpretata. Ci hanno mostrato la fotografia del parassita e anche i numeri, le carte geografiche che cambiano colore con la diffusione del virus e i grafici. Abbiamo un’idea razionale della malattia. La gestiamo così bene che qualcuno la sta persino negando. Ma quel numero così alto di morti ci ha disorientato. E all’inizio abbiamo pensato che fosse proprio il numero, la quantità. E invece è una questione di qualità. Così mi sono messo a raccontare e a scrivere. A fare qualcosa che non avesse un corpo. Perché il lutto è immateriale come la memoria, le parole, i sogni.» (Ascanio Celestini)

10 LUGLIO

ore 18.00 | Sala delle Polveri Mole Vanvitelliana + ONLINE | Ingresso Libero
Ron Padgett presenta Non praticare il cannibalismo (Del Vecchio, 2021)
Intervengono i traduttori  Cristina Consiglio, Paola Del Zoppo e Riccardo Frolloni
dal vivo e in diretta su ArgoWebTv dagli Stati Uniti

Due anni dopo la prima pubblicazione italiana per la collana della Punta della Lingua di Italic Pequod, un nuovo tassello si aggiunge alla conoscenza del poeta di Paterson di Jim Jarmush. 100 nuove poesie a cura di un agguerrito manipolo di giovani traduttori. Con Ron Padgett in diretta dalla sua casa in Oregon.

ore 19.00 | Corte Mole Vanvitelliana | Ingresso Libero
Semën Chanin (Lettonia) presenta Lezione di ipnosi (Italic Pequod, 2020)
Interviene la traduttrice Elisa Baglioni 

Semën Chanin (pseudonimo di Aleksandr Zapol’) è uno dei più importanti poeti in lingua russa della sua generazione. Lettone russofono, nativo e residente a Riga, è fondatore e animatore del collettivo di poesia performativa Orbìta. La sua seconda raccolta di poesie tradotta in italiano conferma le sue qualità di costruttore di piccoli teatrini dell’assurdo e la sua vocazione al fraintendimento percettivo come motore d’ispirazione. Nuova uscita per la collana della Punta della Lingua pubblicata da Italic Pequod. 

ore 21.30 | Arena Cinema Mole Vanvitelliana | Ingresso Libero
La poesia che si vede – Premio Franco Scataglini
Proiezione videopoesie finaliste del concorso 


In discotesta (2018 – 3’), regia di Racoon Studio, testi di Nicolas Cunial
Un adesso immenso  (2020 – 3’), regia di Valentina Zanella, testi di Filippo Balestra, direzione artistica di Alessio Bertallot
Il Ritmo della Malata (2019 – 3’), regia di Leone Kervischer, testi di Beatrice Achille
Da Piccolo i Polsi – Partitura #IV (2017 – 3’), regia di Pietro Puccio, testi di Paolo Agrati
Il lavoro cieco (2020 – 6’), regia di Gianluca Abbate e Lello Voce, testi di Lello Voce
Animale fantastico e reale (2021 – 1’), regia di Scheila Morganti, testi di Natalia Paci
Οὖτις (2020 – 5’), regia di Sergio Garau e Katharina Wenty, testi di Sergio Garau
La spesa sexy: tutorial (2021 – 2’), regia e testi di Alessandro Burbank
Orfani del Sonno (2020 – 9’), regia di Chiara Rigione, testi di Alfonso Guida
TA TA TA (2019 – 4’), Monosportiva Galli Dal Pan, regia di Tommaso Giacomin, testi di Eugenia Galli
WHO AM I? (2016 – 1’), regia di Andrea Sartori, testi di Sara Elena Rossetti
Fuori concorso: 
L’infinito (2020 – 1’), regia di Simone Massi, testi di Giacomo Leopardi
Tacete, o maschi (2020 – 2’), regia di Lunastorta Produzioni, testi di Leonora della Genga
Poesia visiva (2020 – 6 ’), regia di Lorenzo Raponi e Stefano Teodori, testi di Luigi Socci
Quattro ottobre (2015 – 2’), regia di immondaTV, testi di Francesca Gironi  

11 LUGLIO

ore 17.00 | Sala delle Polveri Mole Vanvitelliana | Ingressi a pagamento
Elegie duinesi
Sonia Antinori e Giacomo Lilliù della compagnia MALTE 
leggono Rainer Maria Rilke

Per festeggiare i suoi primi 15 anni di attività, MALTE svela la sua dedica a Rilke e in particolare al suo unico romanzo, I quaderni di Malte Laurids Brigge. Il viaggio-omaggio non può che partire dalla poesia, da quel silenzio dello sguardo che si fa canto per disfarsi nell’invisibile. Ad accompagnarci due interpreti riconosciuti della scena teatrale marchigiana.

ore 18.00 | Sala delle Polveri Mole Vanvitelliana | Ingresso Libero
Poesie giovanili di Paolo Volponi (Einaudi, 2020)
Presentano Sara Serenelli e Salvatore Ritrovato

Paolo Volponi (Urbino 1924 – Ancona 1994) è stato uno dei più importanti narratori del Secondo Novecento italiano, per ben due volte vincitore del Premio Strega. A fianco della straordinaria produzione in prosa Volponi è stato sempre anche un poeta. Fin dall’esordio degli anni ’40 nella temperie post-ermetica e passando, successivamente, alla forma del poemetto narrativo. A testimoniare questa originaria vocazione, Salvatore Ritrovato e Sara Serenelli hanno raccolto nuovi componimenti inediti, risalenti agli anni ’40 e ’50, ritrovati pochi anni orsono nella casa natale dello scrittore urbinate.

ore 18.45 | Corte Mole Vanvitelliana | Ingresso Libero
Alfonso Maria Petrosino presenta Nature morte e vanità (Vidya, 2020)
Introduce Cristina Babino

Metricista sopraffino e abilissimo performer, Petrosino compone, su un sostrato musicale di assonanze e rime, gli accordi più segreti di un’instancabile dinamica interiore (anche di pensiero). Nature morte e vanità è «un libro nuovo davvero, che nasce e si svolge una volta per tutte ben al di là dei confini ormai risaputi del Novecento.» (Alberto Bertoni)

ore 19.30 | Corte Mole Vanvitelliana | Ingresso Libero
Federico Sanguineti presenta Le parolacce di Dante Alighieri (Tempesta, 2021)

Il filologo Federico Sanguineti, tra i più autorevoli dantisti italiani, si è dedicato a rintracciare la presenza, più o meno esplicita, soprattutto nell’Inferno, di parole ignobili, oscene, sconce o, altrimenti detto, di un linguaggio opposto al dolce stile del volgare illustre. Non mancano sortite nel linguaggio della Bibbia e nella letteratura italiana dopo Dante. Sotto la lente dello studioso il grande poeta fiorentino si dimostra il padre non solo della lingua ma anche della linguaccia italiana.

ore 21.30 | Corte Mole Vanvitelliana | Ingresso Libero
Paolo Agrati presenta Manuale pratico del Poetry Slam (Editrice Bibliografica, 2021)

Prendendo ispirazione da modelli anglosassoni, Agrati, gran maestro dello Slam lombardo, dà alle stampe, insieme a Davide Passoni e Ciccio Rigoli, una vera e propria guida pratica per dummies su come organizzare e condurre poetry slam in Italia. Con esempi concreti e testimonianze.   

ore 22.00 | Corte Mole Vanvitelliana | Ingresso Libero
Per amor di Dante / Poetry Slam
Gara di poesia ad alta voce per il Settecentenario di Dante Alighieri

 Sulla scorta delle tenzoni medievali con Cecco Angiolieri e Forese Donati, a cui partecipò al meglio delle proprie facoltà comiche, è plausibile pensare che se Dante fosse vivo oggi si cimenterebbe volentieri in un Poetry Slam, magari pentendosi poi di quel giovanile “traviamento”. 7 poeti selezionati con apposita call si sfideranno con 7 diverse riscritture dantesche per un omaggio sui generis al padre della lingua e della letteratura italiana.

Claudia Cannibale, Geraldina Colotti, Donald Datti, Elena Micheletti, Giovanni Monti, Alfonso Maria Petrosino, Vincenzo Scalfari
Mcee Paolo Agrati 
Special guest Virgilio Enea Stefano Raspini presenta Crepa poeta (Argolibri, 2021)

12 LUGLIO

ore 17.00 | Sala delle Polveri Mole Vanvitelliana + ONLINE | Ingresso Libero
Valerio Magrelli parla delle sue traduzioni di Mallarmè in diretta su ArgoWebTv

Tradurre l’autore dell’Après-midi d’un faune è un’impresa ardua per le sottigliezze linguistiche, la manomissione programmatica della lingua della tribù e la grande attenzione alla trama musicale che fanno di Mallarmè uno dei più grandi poeti moderni. Un’impresa degna di uno dei massimi poeti italiani viventi e autorevole francesista, alle prese con la cura del Meridiano Mondadori dedicato al sommo poeta francese, di prossima pubblicazione. 

ore 18.00 | Corte Mole Vanvitelliana | Ingresso Libero
Franco Buffoni presenta Silvia è un anagramma (Marcos y Marcos, 2020)

Dover nascondere il proprio orientamento sessuale per timore della sanzione della società e della legge ha segnato la vicenda umana di molti scrittori del passato. Fu, quasi certamente, il caso di Leopardi, e forse di Pascoli e di Montale. Gettare luce su questi aspetti non cambia ovviamente la valutazione estetica, ma consente un nuovo sguardo, stimolante e libero, su vicende artistiche e di vita, anche per rendere, almeno a posteriori, doverosa giustizia biografica. Franco Buffoni, pioniere dei Gender Studies in Italia, con una documentata analisi offre risposta a snodi intimi, finora obliterati o irrisolti, di giganti della letteratura.

ore 19.00 | Corte Mole Vanvitelliana | Ingresso Libero
Franca Mancinelli presenta Tacete, o maschi (Argolibri, 2020)
Introduce Sara Lorenzetti

Enigma secolare, da quando nel Cinquecento Andrea Gilio ne pubblicò per la prima volta i testi, le poetesse proto-femministe marchigiane del Trecento sono state di recente riportate alla luce da Argolibri in Tacete, o maschi. Caso letterario, per qualche giorno campione di vendite, al centro dell’attenzione di grandi giornali e giovani studenti, il libro inserisce i versi di Ortensia de Guglielmo, Leonora della Genga e Giustina Levi Perotti in un dialogo attraverso i secoli con Antonella Anedda, Mariangela Gualtieri e Franca Mancinelli.

a seguire Franca Mancinelli legge da Tutti gli occhi che ho aperto (Marcos y Marcos, 2020)

ore 21.00| Corte Mole Vanvitelliana | Ingresso Libero
Massimo Gezzi presenta 
Betelgeuse e altre poesie scientifiche di Franco Buffoni (Mondadori, 2021)
a seguire 
Presentazione del XV Quaderno italiano di poesia contemporanea (Marcos y Marcos, 2021)
Letture di Simone Burratti, Linda Del Sarto, Emanuele Franceschetti
Matteo Meloni, Francesco Ottonello e Sara Sermini
7 piccoli libri di 7 giovani autori raccolti, come di consueto da Franco Buffoni, nell’ormai istituzionale collana dei Quaderni e un assaggio delle nuove poesie “scientifiche” del poeta lombardo.

ore 22.00 | Corte Mole Vanvitelliana | Ingresso Libero
Eglogle
Spettacolo di e con Alessandro Gori (Lo Sgargabonzi)
in collaborazione con Marche Teatro

Definito da Edoardo Sanguineti su Internazionale «il più grande poeta umoristico di sempre», Alessandro Gori porta per la prima volta i suoi versi nell’Ancona interiore di ognuno di noi. Un evento esclusivissimo nonché una serata snob, altezzosa, dalle rifiniture in ciliegio, col pubblico che annuisce e si tocca il mento con fare interessato. Mancare sarebbe quanto mai prosaico.

***

Nei giorni del Festival La Punta della Lingua entra nelle carceri di Montacuto e Barcaglione

con un laboratorio di scrittura a cura di Aldo Nove per il progetto Ora d’aria

in collaborazione con Garante Regionale dei Diritti della Persona

***

Il programma potrebbe subire modifiche

Gli eventi all’aperto, in caso di maltempo, si svolgeranno al chiuso

Consultare il sito www.lapuntadellalingua.it

Gli eventi sono a ingresso libero tranne:

Simposio con Aldo Nove

Cena e laboratorio poetico € 25

prenotazioni su https://www.lapuntadellalingua.it/event/simposio-poetico-con-aldo-nove/

A Word after a Word after a Word is Power

Prezzo intero € 5 – ridotto € 4

I parassiti. Un diario nei giorni del Covid-19

Posto unico numerato € 12

prevendite online su https://www.vivaticket.com/it/biglietto/ascanio-celestini-parassiti/159051 e presso tutte le biglietterie e punti vendita Vivaticket sul territorio nazionale. La sera di spettacolo biglietteria aperta dalle ore 20.30

Elegie duinesi

Posto unico numerato € 5

info e prenotazioni prenotazioni@maltezoo.eu.